Transcription of VI,90it
[90] τὰς πόρνας ἐπίτηδες ἐλοιδόρει, συγγυμνάζων ἑαυτὸν πρὸς τὰς βλασφημίας. Δημήτριον τὸν Φαληρέα πέμψαντα αὐτῷ ἄρτους καὶ οἶνον ὠνείδισεν εἰπών, "εἴθε γὰρ αἱ κρῆναι καὶ ἄρτους ἔφερον." δῆλον οὖν ὡς ὕδωρ ἔπινεν. ὑπὸ τῶν Ἀθήνησιν ἀστυνόμων ἐπιτιμηθεὶς ὅτι σινδόνα ἠμφίεστο, ἔφη, "καὶ Θεόφραστον ὑμῖν δείξω σινδόνα περιβεβλημένον˙" ἀπιστούντων δέ, ἀπήγαγεν ἐπὶ κουρεῖον καὶ ἔδειξε κειρόμενον.



ἐν Θήβαις ὑπὸ τοῦ γυμνασιάρχου μαστιγωθείς - οἱ δέ, ἐν Κορίνθῳ ὑπ' Εὐθυκράτους - καὶ ἑλκόμενος τοῦ ποδὸς ἐπέλεγεν ἀφροντιστῶν
(Il. Α 591),

ἕλκε ποδὸς τεταγὼν διὰ βηλοῦ θεσπεσίοιο.

[90] Insultava regolarmente le meretrici, allenandosi a sopportare i loro vituperi. Rimproverò Demetrio Falereo 171* che gli aveva mandato pane e vino, dicendo: «Oh! Se le fonti oltre l'acqua dessero anche il pane!» È chiaro che egli beveva soltanto acqua. Una volta fu ripreso in Atene dagli ispettori di polizia perché vestiva una veste leggerissima di mussolina ed egli ribattè: «Vi mostrerò anche Teofrasto vestito di mussolina». E poiché quelli erano increduli, li condusse in una bottega di barbiere e mostrò loro Teofrasto che si lasciava radere.
Egli fu una volta sferzato dal ginnasiarco in Tebe - secondo altri, da Euticrate in Corinto - e fu trascinato per il piede. Come se ciò non lo riguardasse, egli citò il verso: 172*

Lo afferrò per il piede e lo trascinò attraverso la sacra soglia.