Transcription of VII,75it
[75] πιθανὸν δέ ἐστιν ἀξίωμα τὸ ἄγον εἰς συγκατάθεσιν, οἷον "εἴ τίς τι ἔτεκεν, ἐκείνη ἐκείνου μήτηρ ἐστί." ψεῦδος δὲ τοῦτο˙ οὐ γὰρ ἡ ὄρνις ᾠοῦ ἐστι μήτηρ.

Ἔτι τε τὰ μέν ἐστι δυνατά, τὰ δ' ἀδύνατα˙ καὶ τὰ μὲν ἀναγκαῖα, τὰ δ' οὐκ ἀναγκαῖα. δυνατὸν μὲν τὸ ἐπιδεκτικὸν τοῦ ἀληθὲς εἶναι, τῶν ἐκτὸς μὴ ἐναντιουμένων εἰς τὸ ἀληθὲς εἶναι, οἷον "ζῇ Διοκλῆς"˙ ἀδύνατον δὲ ὃ μή ἐστιν ἐπιδεκτικὸν τοῦ ἀληθὲς εἶναι, οἷον "ἡ γῆ ἵπταται." ἀναγκαῖον δέ ἐστιν ὅπερ ἀληθὲς ὂν οὐκ ἔστιν ἐπιδεκτικὸν τοῦ ψεῦδος εἶναι, [ἢ ἐπιδεκτικὸν μέν ἐστι, τὰ δ' ἐκτὸς αὐτῷ ἐναντιοῦται πρὸς τὸ ψεῦδος εἶναι], οἷον "ἡ ἀρετὴ ὠφελεῖ." οὐκ ἀναγκαῖον δέ ἐστιν ὃ καὶ ἀληθές ἐστιν καὶ ψεῦδος οἷόν τε εἶναι, τῶν ἐκτὸς μηδὲν ἐναντιουμένων, οἷον τὸ "περιπατεῖ Δίων."

[75] È giudizio probabile quello che induce all'assenso. 127* Es.: 'chiunque ha generato una cosa ne è madre'. Questo tuttavia non è necessariamente vero, perché la gallina non è madre dell'uovo.
Inoltre vi sono giudizi possibili e impossibili, e alcuni necessari, altri non necessari. È possibile quello che può essere vero in quanto le circostanze esterne non sono in contrasto con la verità. Es.: 'Diocle vive'. Impossibile è quello che non può essere vero. Es.: 'la terra vola'.
È necessario quello che pur essendo vero non ammette di esser falso [oppure ammette di essere falso, ma le circostanze esterne non gli consentono di essere falso]. 128* Es.: 'la virtù è utile'. È non necessario quello che è vero ma può essere anche falso se le circostanze esterne non sono contrarie. Es.: 'Dione passeggia'.