Transcription of 11-A,22
11 A 22. ARISTOT. de an. A 5. 411 a 7. Taluni sostengono che essa [l'anima] è mescolata al tutto e di qui forse Talete suppose che tutte le cose sono piene di divinità [cfr. PLAT. legg. X 899 B]. ARISTOT. de an. A 2. 405 a 19. E pare che anche Talete, a quanto ricordano, abbia supposto che l'anima sia qualcosa atto a muovere, se ha detto che la pietra [magnesia, e cioè la calamita] è dotata di anima in quanto muove il ferro. 11 A 22. ARIST. de an. A 5. 411 a 7 καὶ ἐν τῶι ὅλωι δέ τινες αὐτὴν [sc. τὴν ψυχήν] μεμεῖχθαί φασιν, ὅθεν ἴσως καὶ Θ. ὠιήθη πάντα πλήρη θεῶν εἶναι. Vgl. PLAT. Legg. X 899 B. AR. ebend. A 2. 405 a 19 ἔοικε δὲ καὶ Θ., ἐξ ὧν ἀπομνημονεύουσι, κινητικόν τιτὴν ψυχὴν ὑπολαβεῖν, εἴπερ τὸν λίθον [Magnetstein] ἔφη [I 79. 30 App.] ψυχὴν ἔχειν ὅτι τὸν σίδηρον κινεῖ.