Transcription of 2-B,11
2 B 11 [13]. PAUS. X 5, 6. Vi è tra i Greci una composizione poetica, cui è dato il titolo di Eumolpica e che è attribuita a Museo, figlio di Antiofemo. Nei versi di questa composizione si dice che vi è [a Delfi] un oracolo in comune di Posidone e di Gea, e che mentre è Gea stessa che rende gli oracoli, a Posidone invece fa da ministro dei vaticini Picrone. Così dicono i versi:

Subito la voce della Ctonia proferì un saggio detto,
e insieme vi era Picrone, ministro dell'inclito Ennosigeo.
2 B 11 [13]. PAUS. X 5, 6 ἔστι δὲ ἐν Ἕλλησι ποίησις, ὄνομα μὲν τοῖς ἔπεσίν ἐστιν Εὐμολπία, Μουσαίωι δὲ τῶι Ἀντιοφήμου προσποιοῦσι [I 24. 15 App.] τὰ ἔπη. πεποιημένον οὖν ἐστιν ἐν τούτοις Ποσειδῶνος ἐν κοινῶι καὶ Γῆς εἶναι τὸ μαντεῖον [zu Delphi] καὶ τὴν μὲν χρᾶν αὐτήν, Ποσειδῶνι δὲ ὑπηρέτην ἐς τὰ μαντεύματα εἶναι Πύρκωνα. καὶ οὕτως ἔχει τὰ ἔπη˙

αὐτίκα δὲ Χθονίης φωνὴ πινυτὸν φάτο μῦθον˙
[I 24. 20 App.] σὺν δέ τε Πύρκων ἀμφίπολος κλυτοῦ Ἐννοσιγαίου.