Transcription of 47-A,11
47 A 11. AELIAN. var. hist. XIV 19. Anche in questo, oltre che nel resto, Archita era uomo saggio, che evitava di dire parole sconvenienti. E una volta, volendo altri costringerlo a dire una cosa sconveniente, non si lasciò smuovere, e non la disse, ma la scrisse su di una parete, mostrando ciò che lo si costringeva a dire, ma senza pronunciare la parola. 47 A 11. AELIAN. V. H. XIV 19 Ἀ. τά τε ἄλλα ἦν σώφρων καὶ οὖν καὶ τὰ ἄκοσμα ἐφυλάττετο τῶν ὀνομάτων. ἐπεὶ δέ ποτε ἐβιάζετό τι εἰπεῖν τῶν ἀπρεπῶν, οὐκ [I 425. 10 App.] ἐξενικήθη, ἀλλ' ἐσιώπησε μὲν αὐτό, ἐπέγραψε δὲ κατὰ τοῦ τοίχου, δείξας μὲν ὃ εἰπεῖν ἐβιάζετο, οὐ μὴν βιασθεὶς εἰπεῖν.