Transcription of 68-A,58
68 A 58. ARISTOT. phys. Θ 9. b 24. ... Dicono che tutto si muove a causa del vuoto: infatti essi affermano che tutta la natura si muove di moto spaziale. SIMPLIC. phys. 1318, 33. Cioè i corpi naturali primordiali e indivisibili: perché sono questi che essi chiamano natura, e dicono che tali corpi, messi in movimento dal loro proprio peso attraverso il vuoto che cede al loro passaggio e non oppone alcuna resistenza, sono soggetti al moto spaziale: infatti essi dicono che si «rimescolano». E agli elementi essi attribuiscono questo movimento non solo come primario, ma anche come unico, e tutti gli altri movimenti li attribuiscono ai corpi composti dagli atomi: dicono infatti che il crescere e il diminuire e l'alterarsi e il nascere e il dissolversi dipendono dall'aggregarsi e disgregarsi dei corpi primi. 68 A 58. ARISTOT. Phys. Θ 9. 265 b 24 διὰ δὲ τὸ κενὸν κινεῖσθαί φασιν˙ καὶ γὰρ οὗτοι τὴν κατὰ τόπον κίνησιν κινεῖσθαι τὴν φύσιν λέγουσιν. SIMPL. z. d. St. 1318, 33 τουτέστι τὰ φυσικὰ καὶ πρῶτα καὶ ἄτομα σώματα˙ ταῦτα γὰρ ἐκεῖνοι φύσιν ἐκάλουν καὶ ἔλεγον κατὰ τὴν ἐν αὐτοῖς βαρύτητα κινούμενα ταῦτα [II 99. 10 App.] διὰ τοῦ κενοῦ εἴκοντος καὶ μὴ ἀντιτυποῦντος κατὰ τόπον κινεῖσθαι˙ περιπαλάσσεσθαι γὰρ ἔλεγον αὐτά. καὶ οὐ μόνον πρώτην ἀλλὰ καὶ μόνην ταύτην οὗτοι κίνησιν τοῖς στοιχείοις ἀποδιδόασι, τὰς δὲ ἄλλας τοῖς ἐκ τῶν στοιχείων˙ αὐξάνεσθαι γὰρ καὶ φθίνειν καὶ ἀλλοιοῦσθαι καὶ γίνεσθαι καὶ φθείρεσθαι προσκρινομένων καὶ ἀποκρινομένων τῶν πρώτων σωμάτων φασίν.