Transcription of 7-B,13a
7 B 13 a [F.Gr.Hist. 3 F 177]. PLUTARCH. de fac. in orb. lun. 24 p. 938 B. A meno che noi non vogliamo dire, per Zeus, che come Atena istillò del nettare e dell'ambrosia ad Achille che non voleva prendere cibo, così la luna, che è detta ed è veramente Atena, nutra gli uomini infondendo loro ambrosia ogni giorno, al modo in cui il vecchio Ferecide ritiene che si nutrano gli dèi. 7 B 13 a [F.Gr.Hist. 3 F 177]. [I 51. 5 App. ] PLUTARCH. de fac. i. orb. lun. 24 p. 938 B εἰ μὴ νὴ Δία φήσομεν, ὥσπερ ἡ Ἀθηνᾶ τῶι Ἀχιλλεῖ νέκταρός τι καὶ ἀμβροσίας ἐνέσταξε μὴ προσιεμένωι τροφήν, οὕτω τὴν σελήνην, Ἀθηνᾶν λεγομένην καὶ οὖσαν, τρέφειν τοὺς ἄνδρας ἀμβροσίαν ἀνιεῖσαν αὐτοῖς ἐφημέριον, ὡς Φερεκύδης ὁ παλαιὸς οἴεται σιτεῖσθαι τοὺς θεούς.