Transcription of 82-A,26
82 A 26. PLAT. Phil. 58 A. [Protarco a Socrate:] Udivo spesso dire da Gorgia che l'arte del persuadere molto si distingue da tutte le arti; in quanto tutto le si assoggetta spontaneamente, non già per violenza. CICER. de inv. 5, 2. Gorgia da Leontini, il più antico si può dire dei retori, sostenne che l'oratore è capace di trattare con competenza qualsiasi argomento. 82 A 26. PLAT. Phileb. 58 A ἤκουον . . . Γοργίου πολλάκις, ὡς ἡ τοῦ πείθειν πολὺ διαφέροι πασῶν τεχνῶν˙ πάντα γὰρ ὑφ' αὑτῆι δοῦλα δι' ἑκόντων, ἀλλ' οὐ διὰ βίας ποιοῖτο. CIC. de inv. 5, 2 G. Leontinus, antiquissimus fere rhetor, omnibus [II 277. 35] de rebus oratorem optime posse dicere existimavit.