Transcription of BruBest,662[2]et663[1]
— 662 —
Appresso, se per loro
cura queste cose sono aumentate, o pure per loro negligenza
disminuite, poste in ruina, dissoluzione e dispersione.
Oltre, se sono occupatori di beni altrui, o pure elargitori
di beni proprii; e finalmente, se quelli, che prendono la
lor parte, aumentano e stabiliscono gli beni publici, come
faceano gli lor contrarii predecessori, o pure insieme con
questi le dissipano, squartano e divorano; e mentre deprimeno
l'opre, estingueno ogni zelo di far le nuove e conservar
le antiche. Se cossí è, e se tali saran compresi e
convitti; e se dopo che saranno avertiti, mostrandosi
incorrigibili, fermaranno i piedi de l'ostinazione, comanda
— 663 —
Giove al giudizio, sotto pena della disgrazia sua e di perdere
quel grado e preeminenza che tiene nel cielo, che le
dissipe, disperda ed annulle; e spinga con qualsivoglia
forza, braccio ed industria sino a la memoria del nome di
tanto pestifero germe. E gionge a questo, che faccia
intendere a tutte le generazioni del mondo, sotto pena
de la lor ruina, che s'armino in favor di esso giudizio, in
sino a tanto che sarà pienamente messo in essecuzione il
decreto di Giove contra questa macchia del mondo.
      Saulino. Credo, o Sofia, che Giove non cossí rigidamente
voglia al fine risolvere questa misera sorte di uomini,
e non cominciarli a toccar di tal sorte, che prima che gli
done la final ruina, tente se le possa corregere, e facendoli
accorgere della sua maldizione ed errore, le provoche a
pentimento.
Bruno Best 662-663