Transcription of VicSN44,231[1]
— 231 —
tutte le cose per sostanze animate, e per lo
più umane, come sopra si è nella Metafisica ragionato.
      Appresso i Giganti pj, che furon'i postati ne' monti,
dovettero risentirsi del putore, che davano i cadaveri
de' lor trappassati
, che marcivano loro da presso
sopra la terra; onde si diedero a seppellirgli; de' quali
si sono truovati, e tuttavia si ritruovano vasti teschi,
ed ossa
per lo più sopra l' alture de' monti: (ch' è un
grand'argomento, che de' giganti empj dispersi per le
pianure, e le valli dappertutto i cadaveri marcendo inseppolti,
furono i teschi, e l'ossa o portati in mar da'
torrenti, o macerati al fin dalle piogge); e sparsero i
sepolchri di tanta religione, o sia divino spavento, che
religiosa loca per eccellenza restaron detti a' Latini i luoghi,
ove fussero de' sepolcri. E quivi cominciò l' universale
credenza
, che noi pruovammo sopra ne' Principj,
de' quali questo era il terzo, che noi abbiamo preso
di questa Scienza, cioè dell' Immortalità dell'anime
umane
: le quali si dissero Dj Manes, e nella Legge
delle XII. Tavole
al capo de Parricidio Deivei Parentum
si appellano. Altronde essi dovettero in
segno di seppoltura o sopra o presso a ciascun tumulo,
che altro dapprima non potè essere propiamente, che
terra alquanto rilevata; come de' Germani Antichi, i
quali ci dan luogo di congetturare lo stesso costume di
tutte l'altre prime barbare nazioni, al riferire di Tacito,
stimavano di non dover gravare i morti di molta
terra
; ond' è quella preghiera per gli difonti, sit tibi
terra levis
; dovettero, diciamo, in segno di seppoltura
ficcar'un ceppo, detto da' Greci φύλαξ, che significa
custode, perchè credevano i semplici, che cotal
ceppo il guardasse; e cippus a' Latini restò a significare
sepolcro; ed agl'Italiani ceppo significa pianta d'albero
geanologico
: onde dovette venir'a' Greci φυλὴ, che
significa tribu; e i Romani descrivevano le loro geanologie
Vico SN44 231