Transcription of VicSN44,355[1]
— 355 —
fa per l' eclittica: la quale significazione sarebbe stata
più acconcia a Meneto di dar'all' uovo, che porta in
bocca lo Cnefo, che quella, che significasse la generazione
dell'Universo
.
      Però con la Teogonia Naturale sopra quì ragionata
si determina da noi la scorsa de' Tempi; ne' quali all' occasioni
di certe prime necessità, o utilità del Gener'Umano,
che dappertutto incominciò dalle Religioni, la quale
scorsa è l'Età degli Dei, ella deve almeno aver durato
novecento anni, da che tralle Nazioni gentili incominciarono
i Giovi, o sia dal tempo, che 'ncominciò
a fulminar'il Cielo dopo l' Universale Diluvio: e i dodici
Dei maggiori
, incominciando da Giove dentro questa
scorsa a' loro tempi fantasticati, si pongano per dodici
minute Epoche
, da ridurvi a certezza de' tempi la Storia
Poetica
. Come, per cagion d'esemplo, Deucalione,
che dalla Storia Favolosa si narra immediatamente dopo
il Diluvio, e i Giganti, che fonda con la sua moglie
Pirra le Famiglie per mezzo del matrimonio, sia egli
nato nelle fantasie greche nell'Epoca di Giunone Dea
delle nozze solenni: Elleno, che fonda la greca lingua,
e per tre suoi figliuoli la ripartisce in tre dialetti,
nacque nell'Epoca d'Apollo, Dio del canto, dal cui
tempo dovette incominciare la Favella Poetica in versi:
Ercole, che fa la maggior fatiga d'uccider l'Idra, o 'l
Lione Nemeo, o sia di ridurre la Terra a' campi da
semina, e ne riporta da Esperia le poma d'oro, le
messi, ch' è Impresa degna d'Istoria, non gli aranci di
Portogallo, fatto degno di parasito, si distinse nell'Epoca
di Saturno
, Dio de' seminati: così Perseo dee essersi
fatto chiaro nell'Epoca di Minerva, o sia degli già nati
Imperj Civili; poic' ha caricato lo scudo del teschio di
Medusa, ch' è lo scudo d'essa Minerva: e deve, per
finirla, Orfeo esser nato dopo l'Epoca di Mercurio; che col
cantar'alle fiere greche la forza degli Dei negli auspicj,
Vico SN44 355