Transcription of VicSN44,407[1]
— 407 —
tener dietro ad Omero. E quel, ch' è più, egli fa
certo acquisto degli tre immortali elogj, che gli son dati.
XXII. primo d'essere stato l' Ordinatore della Greca
Polizia
, o sia Civiltà; XXIII. secondo d'essere stato
il Padre di tutti gli altri Poeti; XXIV. terzo d'essere
stato il Fonte di tutte le greche Filosofie: niuno de' quali
all' Omero fin'or creduto poteva darsi. Non lo primo;
perchè da' tempi di Deucalione, e Pirra vien' Omero da
mille, e ottocento anni dopo essersi incominciata co' matrimonj
a fondare la Greca Civiltà; come si è dimostrato
in tutta la scorsa della Sapienza Poetica, che la
fondò. Non lo secondo; perchè prima d'Omero fiorirono
certamente i Poeti Teologi, quali furon' Orfeo,
Anfione, Lino, Museo
, ed altri; tra' quali i Cronologi
han posto Esiodo, e fattolo di trent'anni prevenir'ad
Omero: altri Poeti Eroici innanzi d'Omero sono affermati
da Cicerone nel Bruto, e nominati da Eusebio nella
Preparazione Evangelica
; quali furono Filamone, Temirida,
Demodoco, Epimenide, Aristeo
, ed altri. Non
finalmente il terzo; imperocchè, come abbiamo a
lungo, ed appieno nella Sapienza Poetica dimostrato,
i Filosofi nelle Favole Omeriche non ritruovarono, ma
ficcarono essi le loro Filosofie: ma essa Sapienza Poetica
con le sue Favole diede l' occasioni a' Filosofi di meditare
le lor'altissime verità, e diede altresì le comodità di
spiegarle, conforme il promettemmo nel di lui principio,
e 'l facemmo vedere per tutto il Libro II..
I Poemi d'Omero si truovano due grandi Tesori
del Diritto Naturale delle Genti di Grecia.

      Ma sopra tutto per tal Discoverta gli si s'aggiugne
una sfolgorantissima lode, XXV. d'esser' Omero
stato il primo Storico, il quale ci sia giunto di tutta
la Gentilità
: XXVI. onde dovranno quindi appresso i
Vico SN44 407